La Scaffalatura Market o Self Service

Un esempio di scheda tecnica con scaffalatura Rosss Market

 

 

LA SCAFFALATURA MARKET  o SELF – SERVICE

 

La scaffalatura market è una scaffalatura di costo medio, adatta a molti settori merceologici come ad esempio: FERRAMENTA, CARTOLERIE, CALZATURE, ELETTRODOMESTICI ecc.

Essa spesso viene integrata con banchi e vetrine di altre ditte, stando attenti all’accostamento cromatico e alle altezze, già da qualche hanno abbiamo sperimentato l’accostamento dei banchi e delle vetrine componibili della ditta Grottini con buoni risultati.

 

Il corpo della scaffalatura può essere AVORIO o GRIGIO CHIARO.

Le finiture si possono avere: neutre (del colore dello scaffale), rosso, nero, blu, verde, marrone, giallo.

 

Prevalentemente è una scaffalatura che viene montata ed eventualmente ancorata, contro le pareti, in alcuni casi si realizzano anche delle divisioni per creare dei retrobottega ecc. dato che è facilissimo ricavare in un modulo una apertura dove si può montare una porta a soffietto, per sfruttare il centrostanza la scaffalatura viene montata nella tipologia detta “gondola” cioè con il montante con doppia base e  di conseguenza è attrezzata da 2 lati.

 

 

ELEMENTI SINGOLI

MONTANTE: Ha un altezza multipla di 25 cm. (es. 125, 150 // 250, 275)

e una sezione di 7,7 x 3,3 cm. (recentemente sono state introdotte altre tipologie di sezioni, ma  quella anzicitata rimane largamente la più usata), all’estremità inferiore viene incastrato un piedino di plastica, e quando  l’altezza è inferiore a 200 cm, viene messo un tappo di plastica in alto.

Per il fissaggio al muro esistono apposite squadrette che vengono imbullonate al montante e tassellate al muro.

 

BASE: La base si incastra al piede del montante, essa può essere del tipo alto 27 cm ca. o del tipo basso 18 cm. ca. entrambe sono dotate di piedino di regolazione per compensare le irregolarità della pavimentazione.

La profondità è multipla di 10 cm e cioè 30 – 40 – 50 – 60 – 70.

 

RIVESTIMENTI: Sono dei pannelli alti 25 cm e disponibili nelle lunghezze di (45) – 75 – 100 – 133 essi si incastrano partendo dal basso, tramite dei gancetti ricavati direttamente sul pannello, sui montanti e determinano la lunghezza del modulo.

Nel caso di base alta il numero dei rivestimenti si determina dividendo l’altezza del montante per 25 e sottraendo uno, nel caso di base bassa a questo calcolo occorre aggiungere un rivestimento di compensazione da h.15 cm.

I rivestimenti possono essere anche del tipo forato, per permettere l’inserimento di ganci e barrette standard (Ø3,5 e 6).

-Rivestimenti per angolo: per ogni tipo di angolo occorre il suo rivestimento, riv. per angolo chiuso tagliato, 106 cm, – coppia rivestimento per angolo chiuso pieno , 75+75, – riv. per angolo aperto, della stessa altezza del montante.

 

RIPIANI COMPLETI (Tradizionali): I ripiani si dividono in ripiani di base e ripiani completi ed entrambi si distinguono tra ripiani lineari e ripiani d’angolo (aperto, chiuso tagliato e pieno).

Il ripiano completo è formato da una coppia di mensole la cui misura determina la profondità del ripiano, uno o più elementi per ripiano la cui lunghezza determina la lunghezza del ripiano e la somma delle profondità deve essere uguale alla lunghezza della mensola, più il profilo portarifinitura.

Nel caso dei ripiani di base  non occorrono le mensole perché appoggiano direttamente sulle basi.

I ripiani d’angolo sono sempre con piano unico.

 

RIPIANI SPECIALI: Esistono vari tipi di ripiano adatti a gli usi più vari,

-Ripiani a forte inclinazione con 3 regolazioni e profondità da 20-25-30 cm sui quali si può inserire una battuta in lamiera, in vetro o in filo cromato, adatti per riviste o videocassette ecc.

-Ripiano espositore  a “L” 20+20 a tre posizioni

-Ripiani con sponde laterali  per libri ecc.

-Ripiano portaplateaux (per ortofrutta)

-Ripiano portaplateaux in filo cromato (per ortofrutta)

-Ripiano espositore a gravità (adatto per riviste)

-Cielino, esso è un ripiano di finitura con fascia frontale colorata e viene messo per ultimo in sommità dello scaffale.

-Ripiano in vetro

-Ripiano in legno (fuori serie ma facilmente realizzabile)

 

ACCESSORI:

– Tubo portaconfezioni ad esposizione tradizionale

–  Barra cromata, essa supporta sia barrette orizzontali che portaconfezioni inclinati per esposizione frontale.

–  Tubo gancera

–  Porta riviste orizzontali, vengono appoggiati su un piano da 30cm di prof. e si distinguono in iniziale (A) centrale (B) e finale (C), (es. su 100cm n°1/A n°4/B n°1/C).

–  Espositore libri pocket, L.50 cm, per esporre libri di modeste dimensioni, ottimo complemento al ripiano espositore a “L” 20+20.

– Specchio inclinato per ortofrutta

– Cesto portapane in legno o in filocromato

– Cassone scorta merci, da mettere al posto della zoccolatura alta disponibile solo per le misure di 100×40 e 100×50.

– I ripiani possono essere attrezzati con frontalini in lamiera o vetro o filo cromato ed essere integrati da divisori in vetro o filo cromato, previo posizionamento del supporto posteriore.

– Sui rivestimenti forati possono essere posizionati tutti i tipi di gancio a passo universale in commercio, diam. 3,5 o 6 mm.

– Integrazioni: La scaffalatura può essere arricchita con l’aggiunta di mobiletti, vetrine, casellari ecc. normalmente vengono realizzati su misura appoggiandoci alla ditta Grottini, nel caso che lo scaffale sia avorio diventa più complicato l’abbinamento dei colori.

 

 

  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: